.
Annunci online

L_Antonio
Odio gli indifferenti


Gli Ultimi


21 luglio 2008

Scalfari, Brunetta, Bossi e Diliberto-Indiana Jones

 

C’è chi compra la Repubblica di domenica solo per l’editoriale di Scalari. Un'oasi di giornalismo in cui si distilla l’opposizione, l’unica che oggi ancora sembra prendere corpo in modo consistente, al di là di alcuni deboli focolai sparsi qua e là (PD, Unità, manifesto). Domenica scorsa, accanto a un attacco lodevole e senza pietà a Tremonti (colpito e affondato!), Scalfari scrive pure che Berlusconi “dopo due mesi ha risolto il problema” dei rifiuti a Napoli. Eh no! Una cosa così non può averla scritto la penna di Scalfari. Makìa, su Giornalettismo, ci racconta esattamente il contrario. Opporre dati, cifre e argomenti appropriati alle tesi dell’avversario: ecco l’opposizione. E se possibile anche sostenuti dall'energia politica di alcuni milioni di cittadini, che non guasterebbe.

L’ultima di Brunetta: controlli a casa anche per chi si trova al lavoro o è in ferie. E se ce rompono li co****ni pure ai pensionati, che non fanno un c***o e je damo pure li sordi. Eccheccazz… (Ma leggetevi Eli sul tema)

Il filologo Bossi. Il Senatùr ieri ha edotto la piazza leghista con una lectio magistralis condita di gesti raffinati. Dopo aver compiuto lunghi e penosi studi, a suo parere (in ciò sostenuto dal fine intellettuale suo figlio cattaneologo), l’Inno di Mameli direbbe che “l’Italia è schiava di Roma”. Così si spiegherebbe anche il gestaccio bossiano, quale risposta a questa prepotenza romana. Ma Bossi, il testo dell’inno l’ha letto? O glielo hanno disegnato? Chissà se l’ha fatto, perché Mameli in realtà dice così: “Dov’è la vittoria? Le porga la chioma, ché schiava di Roma Iddio la creò”. Ora, il linguaggio non è che sia questo gran sfoggio poetico, ma il senso è chiaro: è la vittoria a essere schiava di Roma per volere divino. La vittoria, non l’Italia. Caro Bossi, peccato, lei mi cade proprio come la signora Longari, tanti anni or sono… Allegria!

Comunisti. L’archeologo Diliberto-Indiana Jones, dopo la mummia di Lenin, riesuma anche il centralismo democratico. Non basta. Espelle il lambrusco. Rimette il trattino tra “marxismo” e “leninismo”. Apre la battaglia contro il “fannulloni del partito”. (Pure lui! eccheccazz…). Prossima tappa la riesumazione delle conclusioni del compagno della federazione. Col quale siamo d’accordo ancor prima di sentirlo, così come con la relazione del segretario, con gli altri interventi, con l’Unità, Rinascita, Critica marxista, Noi donne, Isvestia, il compagno Breznev, il compagno Jaruseschi, Nadia Comaneci, Olga Korbut, Cislenko, Blochin e la Navratilova (cecoslovacca, ma dissentiva da Dubcek!). C’è una novità: in vista del sorgere del sol dell’avvenire, Diliberto doterà gli iscritti (non gli indipendenti di sinistra, di cui non si fida) di occhialetti scuri, così “non se cecano l’occhi” (cit.). Si sa, una rivoluzione è sempre meglio farla guardando bene l’obiettivo invece che a c***o. Come è successo in passato. Purtroppo.

PS Ringraziamo Teresa  ed Eli per la loro citazione… (lo facciamo tardivamente, purtroppo, perché siamo stati impegnati su fronti rivoluzionari molto caldi: Colombia, Ecuador, Terra del Fuoco, Festa democratica di Monteleone d’Orvieto, calciomercato). E cogliamo l’occasione per indicare tra i nostri principali blog di riferimento (appunto) Makia ed Eli (vedi, difatti, questo stesso post).

Nella foto i Ricchi e Poveri senza la Brunetta (a caccia di fannulloni)




permalink | inviato da L_Antonio il 21/7/2008 alle 22:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno        agosto
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Politica
Musica
L'Antonio (Gramsci)
Visioni
Orvieto e dintorni
Cultura
Vado ai Massimi
Interventi

VAI A VEDERE

massimo d'alema
Alfredo Reichlin
Phil
PER RIPARTIRE
gianni cuperlo
Italianieuropei
Centro Riforma dello Stato
fondazione gramsci
NotePD
Adry
celapossofare
Bolledaorbi
Makìa
Eta-beta
Ritaz
Patry
maria grazia
LauraOK
Quartieri
Corradoinblog
Marco Campione
Francesco
Viaggio
Lessico democratico
Riderepernonpiangere
Paolo Borrello
Camereconvista
Francesco Montesi (da Parrano)
Simone Tosi
RED TV
RED COMMUNITY
PER L'ITALIA
la voce info
l'Unità
il manifesto
il riformista
filosofia.it
write up
Orvietan
francesco totti


           I due L_Antoni

 




 


Il libro de L_Antonio Qui, per vedere meglio la copertina, per leggerlo e
acquistarlo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. Le immagini inserite in questo blog sono prelevate in massima parte dalla rete web; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore o copyright terzi, vogliate comunicarlo a l_antonio_g@libero.it, saranno rimosse prontamente. 


 

CERCA